978880616739GRA

Il libraio di Selinunte

Anno:

2004/2007

Autore:

Roberto Vecchioni

Casa editrice:

Einaudi

Il libro (edito anche in Francia e Spagna):

Un libraio che non vende libri ma li legge ad alta voce.
E li legge a un ragazzo, l’unico che abbia orecchie per lui. Saffo, Pessoa, Tolstoj, Rimbaud…
…Perché «tutte le parole scritte dagli uomini sono forsennato amore non corrisposto; sono un diario frettoloso e incerto che dobbiamo riempire di corsa, perché tempo ce n’è poco. Un immenso diario che teniamo per Dio, per non recarci a mani vuote all’appuntamento».

Vi svegliate un giorno e non avete più parole per dire «giorno». Scendete in strada e non avete più parole per dire «strada». Poi scoprite che la città è piena di smemorati come voi, che vagano sperduti in una nebbia di cose senza nome, incapaci di parlare e ricordare, incapaci di pensare. Perché tutti, quel giorno, avete perso le parole, le avete perse per sempre, ed è colpa vostra.
Soltanto un ragazzo, «Frullo», è salvo dall’incantesimo e può raccontare i fatti incredibili che hanno portato a tutto questo. Soltanto lui, perché ha conosciuto il libraio.
Un uomo misterioso, giunto in città con i suoi bauli pieni di libri e tanta voglia di raccontarli, più che di venderli. Accolto male dalla comunità perché diverso, straniero, e quindi estraneo, il libraio riesce a stabilire un magico legame solo con Frullo, che, nascosto dietro due pile di libri, lo ascolta leggere ogni sera i passi più belli dei grandi poeti e romanzieri di ogni tempo. E quelle parole, per Frullo come per ogni lettore, spalancano di colpo un universo di emozioni e di storie che hanno un’eco lunga, come una favola infinita.

Compra il libro su Bol.it

5 Responses to Il libraio di Selinunte

  1. LA CANZONE CHE PORTA QUESTO TITOLO è BELLISSIMA, EMOZIONANTE , UNICA. IL LIBRO ANCHE. IO HO UTILIZZATO QUESTO TESTO PER UN LAVORO SULLA CONTINUITà FRA ORDINI DI SCUOLA: UN SUCCESSO

  2. Un libro che è pura poesia, ricerca raffinata, dichiarazione d’amore per altri libri e immensa capacità di farli amare e ricordare sotto una luce nuova. “Il libraio di Selinunte” è una lettura meravigliosa, che tutti dovrebbero affrontare. Mi ha emozionata e coinvolta, parola dopo parola, fino all’ultima pagina.

  3. Sono una ragazza di quattordici anni appena compiuti e ho letto questo libro già quattro volte per il Certamen di lettura al quale partecipa il mio Polo liceale.Non mi è chiara in realtà la grande metafora presente nella lettera di Nicolino Sciuto nella Sua prefazione.
    Mi sembra che questa prefazione non lasci più nessuna speranza per il futuro di Selinunte nè per quello del protagonista…
    Nicolino si suicida?

  4. LUISA,sarebbe allora così gentile da aiutarmi Lei a capire questa astrusa prefazione? =)
    La finale del Certamen è già il Venerdì venturo…

  5. Ho letto il libro in due giorni, mi ha commosso l’introduzione, e colpito particolarmenete il pezzo, in cui dopo l’incendio, i fogli di carta, non si bruciano,ma le parole vanno in mare. (Nella canzone, pensavo che il “libraio” fosse Roberto. grazie del libro e del testo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>