concerto

I nuovi progetti

I nuovi progetti

I colori del Buio Tour 2012, partito nella strutturazione di spettacolo teatrale il 13 aprile e in quella più concertistica a metà luglio, si è definitivamente concluso lo scorso 23 Novembre, dopo 33 date (di cui due all’estero in Slovenia e Svizzera), ovunque accolto da numerosissime presenze e da uno straordinario affetto e consenso da parte del pubblico. Roberto però non è certo un personaggio a cui piace fermarsi: da ottobre ha ripreso il suo posto di docente di “Forme di poesia per musica” presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Pavia dove per l’anno accademico 2012-2013 tiene il corso “TODO CAMBIA-CONTROCANTO”, la canzone italiana del dissenso e della speranza. Sta inoltre riprendendo la stesura del suo nuovo romanzo, cha ha dovuto forzatamente sospendere durante la lunga tournee, che conta di far uscire presso l’editore Einaudi già nel corso del 2013. E poi stanno delineandosi tanti nuovi e interessanti progetti… Da dicembre, ad esempio, dovrebbero iniziare le prime sessioni in studio per la realizzazione del nuovo disco sempre per la UNIVERSAL su cui sta ragionando da tempo.  Da martedì 5 febbraio 2013 terrà poi 8 lezioni all’interno della trasmissione Amici su Canale 5: seguirà i ragazzi in un progetto dedicato alla canzone italiana, ripercorrendo e approfondendo i brani dei grandi autori come Lucio Dalla, Domenico Modugno, Adriano Celentano, Edoardo Bennato ecc. Ma le novità non finiranno qui… Continuate a seguirci, ve ne parleremo presto! (B. F.)

 

 

Foto di Beatrice Ceci

92 Responses to I nuovi progetti

  1. Lo scorso anno sono venuta ad ascoltarti ed applaudirti in quel di Genazzano (Rm)…
    Serata stupenda, un Grande Artista e ottima musica…
    Speravo di poter replicare quest’anno… ma sembra che non siano previsti concerti in zona… peccato…
    Ma alla prima occasione sarò li, puntuale, sotto il palco ad applaudirti ancora e a cantare con te.
    Grazie :)

  2. Sono ancora felicemente emozionata dopo il magnifico concerto che si è tneuto ieri sera nella splendida cornice del Teatro dei ruderi di Cirella Antica di Diamante.

    Un grazie di cuore al mio cantautore e poeta preferito.

    Virginia Mariotti

  3. Il tuo concerto a Cirella e’ stata una delle emozioni piu’ belle della mia vita

  4. grazie per la splendida serata trascorsa, difficile dimenticare il concerto del 16 agosto 2011 al TEATRO DEI RUDERI DI CIRELLA DI DIAMANTE, un teatro pieno …grazie ROBERTO…

  5. caro roberto,sono tristissima perchè hai annullato il concerto del 24 agosto a villacidro!e quello di tempio?probabilmente non risponderai ….

  6. Mi piacerebbe tanto ascoltare un concerto in teatro. Sono previsti concerti nel Nord Italia entro la fine dell’anno? Ho un bellissimo ricordo di un concerto di qualche anno fa a Parma al teatro Regio…Perchè non replicate?
    Grazie e Vecchioni sei grande
    Francesca

  7. Io ho avuto la fortuna di assistere ad un tuo concerto all’Accdemia di Conegliano TV anni fà ed è stata una cosa emozionante,adesso vivo all’estero ma prima o poi torno nella mia ITALIA e non mancherò all’appuntamento per rivivere quelle emozioni che solo i miei cantautori ITALIANI sanno vivere e trasmettere alla gente con cuore.
    Vai Francesco un tuo fans espatriato GRAZIE

  8. ciao Roberto, sono una delle “ragazze
    che difendono un libro, un libro vero
    così belli a gridare nelle piazze
    perché stanno uccidendo il pensiero”
    ho 17 anni, sabato sera ero a Milano, sotto il palco
    a cantare con te… grazie

  9. Ok se tra poco ricomincia il tour ci sarà anche Prato spero… oppure Firenze… magari anche solo per la presentazione del nuovo cd o del nuovo libro… potrei portarci anche la mia bimba!!!!!!

  10. Ho 25 anni e durante tutta la mia vita ho assistito a due concerti del Prof. Che dire…… Questo poeta e cantante mi tocca l’anima con le sue canzoni. Molte di queste mi aiutano a stare meglio nelle giornate buie, mentre altre sono il giusto contorno per i momenti di felicità. Grande Prof. spero di riuscire a incontrarti un giorno e ringraziarti personalmente. Ti stimo e ti ammiro!

  11. ….che dire..dopo 22 concerti ai quali ho assistito,dopo averti parlato e intervistato tante volte,ho ancora voglia di vederti, di sentirti cantare, di emozionarmi..spero presto, grazie Roberto..

  12. Io ero al concerto più bello: in Piazza Duomo a Milano, l’ultimo concerto prima del voto per le elezioni comunali. Secondo me quel concerto ha contribuito alla vittoria finale di Pisapia. (Anche se Pisapia era nel retro del palco che cercava di scordare tutti gli strumenti!)

  13. Il concerto di Monza rimarrà una delle emozioni più forti della mia vita, ho 21 anni, e le tue canzoni mi entrano nell’anima, grazie Professore.

  14. ma un concerto a firenze non lo farà??
    attendo con ansia che ciò accada il prima possibile.

  15. Stamattina ho cercato invano di acquistare il tuo ultimo CD. Riproverò domani a Treviso centro. Mi emoziona il pensiero che tu abbia voluto inserire : il brano con cui ci siamo conosciuti nei lontani primi anni 70 quando ti ascoltavo con la mia radio di sera, tra le coperte nelle pause dello studio. L’ emozione è sempre la stessa anche se le tue ragazze hanno venti anni e più..

  16. sei il mio caro amico da 30 anni e mai mi sono sentita sola con te.grazie
    ti voglio bene

  17. Ciao prof, che dire ,sei l’Amico di sempre e Unico. GRAZIE. La tua POESIA è maestra di vita.Non voglio essere ripetitivo, ma sei veramente UNICO.Alla prossima tua poesia.Ciao Prof.

  18. ciao!sono anni che mi chiedo cosa intendevi per “che strano colore quel vino?”che fine a fatto il ré?

    • Quel vino aveva uno strano colore perchè era sangue….
      Il re aveva tutto ma non si divertiva : ha preferito morire
      (staff R. Vecchioni)

  19. caro Roberto, sono un dirigente scolastico in pensione(purtroppo),ascolto da sempre la tua musica e partecipo ai tuoi concerti tutte le volte che mi è possibile. Le tue canzoni mi accompagnano ovunque: in casa, in macchina, sui sentieri delle montagne bergamasche e mi riscopro nei tuoi versi, nelle tue riflessioni, nelle tue sensibilità. Grazie per tutte le emozioni che mi hai dato e che ci darai. Continua a scrivere e a farci sognare.

  20. Quando venti anni fa ho sentito per la prima volta “Figlia” ho desiderato ardentemente che tu fossi il padre che non ho mai avuto. E da quel giorno non ti ho più abbandonato…

  21. Scusate ho bisogno di un chiarimento: ma dove stava scritto che il 13/12 il Prof. sarebbe stato alla Feltrinelli a Firenze??????? Mi aspettavo che da qualche parte lo dicessero; sono più di 2 anni che aspetto questo momento ed oggi … voila… a sorpresa la presentazione c’è già stata. Sul sito io non ne ho mai visto notizia eppure ci capito tutti i giorni anche più volte al giorno. Quindi: ci sarebbe modo di saperle prima le cose?????
    GRAZIE
    Alessia

    • Il 12 dicembre la notizia stava sia sul sito che sulla pagina ufficiale di facebook (sono andata a controllare la data)
      un caro saluto
      (staff Vecchioni)

  22. sono rumena. ho scoperto Roberto Vecchioni questo anno, grazie a San Remo. non sapevo nulla di lui. ma, adesso mi piace da morire.ho ascoltato centanaia delle sue canzoni. ho provato anche di tradurre in rumeno qualche canzone,ma non vale. perche i suoi testi sono delle meravigliose poesie. grazie Vecchioni. spero che il nuovo anno lo trovera in buona salute, per rifare i suoi concertti, perche voglio ascoltarlo in diretta. Buone feste a tutti voi che amate la musica.

  23. Vorrei ascoltarti di nuovo, rivederti ancora a Mn O IN zona, non è possibile? Lunaspina GRAZIE PS: Non sei un cantautore ma un poeta

  24. ” I colori del buio ” Ci sono molte canzoni del tuo repertorio che avrei scelto anch’io,bellissimo!!! Ogni CD è un’emozione! Grazie

  25. 18/12/2011 at 3:44 pm
    admin ha detto:
    Il 12 dicembre la notizia stava sia sul sito che sulla pagina ufficiale di facebook (sono andata a controllare la data)
    un caro saluto
    (staff Vecchioni)

    errore mio non l’ho vista sul sito e non frequento facebook (credo di essere l’unica in tutto il mondo!)

    saluti a tutti!!!!

  26. ANCHE GRAZIE A TE E’ FINITA LA MALEDETTA NOTTE,IL VENTO E’ CAMBIATO.IL BUIO E’ ANCORA PROFONDO MA NE SIAMO TUTTI CONSAPEVOLI E SOLO IL NOSTRO CUORE CI SALVERA’.CONTINUA AD AIUTARCI CON LA POESIA DELLE TUE CANZONI.UN FORTE ABBRACCIO

  27. SONO D’ACCORDO CON L’AMMIRATRICE. UN FORTE ABBRACCIO ANCHE DA ME, CHE MI HAI AFFASCINATO (e fatta innamorare in tutti i sensi ) TANTI ANNI FA CON LE TUE CANZONI, LE TUE PAROLE. UN ABBRACCIO E GRAZIE LUNASPINA

  28. Il libro, avendo avuto modo di ascoltare Roberto esporne i contenuti, davvero non vedo l’ora di leggerlo, anche se – per correttezza, essendo io ipovedente – dovrei dire: “Non vedo l’ora di potermelo far leggere”; va da sè che dovrò pure trovare qualcuno che me lo legga, a meno che non sia prevista la pubblicazione del medesimo anche in formato audio.
    Per quanto riguarda il tour, è sin d’ora ovvio e certo che, almeno ad una data, ci sarò.
    Attendo il tutto con fiducia, gratitudine e trepidazione.
    Un grande abbraccio a Roberto,
    Matteo

  29. Mi chiamo Roberto ho 50 anni vivo a Torino e seguo da moltissimo tempo Roberto Vecchioni, capace di trasformare qualsiasi canzone in sublime poesia che apre il cuore e la mente di chi sa ascoltare e captare quello che dice e trasmette, ho fatto un tributo al cantante lo scorso anno, quando mi trovo in giro per l’italia e vedo un microfono canto le sue canzoni cercando di portare alla gente la testimonianza di quello che lui ha fatto nel tempo e che farà, una base musicale che mi manca è “Mi Porterò” canzone stupenda , altre basi come “Tommi, il Mago della Pioggia e Piccolo Amore ” non avendo le basi me le sono fatte fare , ho provato più volte a mettermi in contatto con il professore mai non ho avuto la fortuna di vederlo e di poter parlare con lui, sarebbe un piacere inmenso poterlo incontrare o parlare con lui.
    Un grande abbraccio a Roberto Vecchioni augurandogli di continuare a regalaci fantastiche poesie.
    Roberto Re

  30. quando avremo la possibilità di ascoltarti e vederti dalle parte di Treviso?

  31. Mi chiamo Iolanda e mi piace da morire Roberto Vecchioni, come cantautore e come persona, ho assistito al concerto che ha fatto a Genova qualche anno fa e aspettavo con ansia il prossimo…. non mancherò il 27/04 al Carlo Felice. Auguro ogni bene e un grande in bocca al lupo per il nuovo Tour a Robero Vecchioni, un grande abbraccio
    Iolanda Ganau (genova)

  32. Lo so, rischio persino di essere ripetitivo, melenso, patetico, ma tant’è: non obbligo mica nessuna a leggere queste poche righe, a seguirmi, ad inoltrarsi con me in un sentiero – questo – che, come accade molto di rado, ha un percorso chiaro, definito e privo – sin dalla partenza – di ostacoli, tortuosità improvvise, curve a gomito o “a radicchio”.
    Dunque, una volta tanto, nessun mistero: si sa da dove si parte e dove si va a parare, e poco male se manca un po’ di suspance, se non stuzzico l’avida curiosità di qualcuno.
    Vedete, nella vita, le svolte – belle o brutte che siano – arrivano, nella stragrande maggioranza dei casi, quando meno te le aspetti, quando ti sembra che ormai la tua esistenza sia irrimediabilmente incanalata – piaccia o non piaccia – in una direzione precisa, tanto che stai quasi per arrenderti all’evidenza: hai già aperto un cassetto sufficientemente grande, almeno speri, da contenere anima, sogni, speranze e, insomma, te stesso, con quel pessimo vizio che ti ritrovi addosso – e chissà poi perché – di ragionare sulle cose, dare peso e senso alle parole, formarti opinioni, avere idee, guardare un po’ più in là di un naso – il tuo – che pure è pronunciato, spaccare in quattro il proverbiale capello, vivere.
    Fatto sta che il calendario è lì a ricordarti – e con tassonomica puntualità – che compirai diciotto anni nel giro, esatto-esatto, di una settimana ed è certo che li festeggerai – si fa per dire – tra gente che, eccezion fatta per uno, non conosci, non ti conosce e con te ha in comune soltanto – almeno al momento – il generico status di disabile; poi c’è un nipote – il primo nipote – in arrivo di lì a qualche mese, verso il quale – benché si porti via tuo fratello – senti di nutrire, sin d’ora, un affetto sconfinato: perché? Perché è il primo, certo; perché è – appunto – tuo nipote ed è un bimbo che – domani – sarà ragazzo, persona e uomo migliore di te, altrettanto sicuramente; ma anche – e forse soprattutto – perché sai, tu sai, che lui non centra proprio niente col mondo nel quale – suo malgrado – dovrà campare.
    In un pomeriggio di maggio, mentre questo grande frullatore non smette neppure per un attimo di mescolarti in testa pensieri ed emozioni così, ti ritrovi seduto su una poltroncina del teatro d’una città chiamata a raccolta per il ventennale della scuola che frequenti e vedi che, sul palco, accanto al preside e al suo vice, c’è un omino piccolo con una carica interiore che a te pare enorme: Roberto Vecchioni – o meglio, il professor Roberto Vecchioni – è uno che viene da Milano, insegna lettere al liceo, ma fa anche il cantante; Roberto Vecchioni – o meglio, il professor Roberto Vecchioni – è famoso perché ha scritto quella canzone che fa:
    «Oh-oh cavallo»
    Ecco, saluta, ringrazia per l’invito, comincia a parlare – badate bene, a parlare, non a cantare – e dice cose che – se le dicessi tu, tu che le hai tutte dentro e le senti fare una ressa tremenda tra gli ingranaggi del frullatore – ti prenderebbero per pazzo; invece no, le dice lui e non vola una mosca, cazzo.
    Parla e parla ancora – l’omino sul palco –di vita, passione, del senso delle cose – tutte le cose, anche il dolore – e, tombola, dell’importanza e del peso che hanno parole – tutte le parole, quelle che diciamo e quelle che ci vengono dette – e tu ascolti e ti accorgi – per la prima volta in vita tua – che a questo mondo – dove sembra contare moltissimo come sei e niente, o quasi niente, chi sei – c’è anche gente che “parla la tua lingua”, o comunque una lingua simile a quella che – potendo – anche tu parleresti. Certo, c’è pur sempre Dio di mezzo e, con Dio – a quell’età e nella condizione in cui sei – tu hai ancora un paio di conti da saldare: è normale, quindi, che qualche passaggio non sia – a tuo modo di vedere – totalmente condivisibile, ma – in generale – il discorso ti piace, senti che è vero.
    Adesso, pare che financo il frullatore si sia fermato, ma forse gira solo più lentamente e ti concede – in questo modo – di cominciare a “censire” quella confusione, a discernere, a distinguere emozione da emozione; adesso – in un angolino della tua mente – scopri l’immagine di cinque dita di mano serrate in un pugno; adesso guardi e ascolti quell’uomo e pensi:
    «Riesce a spiegarti cosa c’è tra dito e dito quando le dita sono chiuse»!
    Ora – in altri termini – hai la certezza incrollabile d’esser meno solo e…, sì…, anche meno diverso; ora, in altre parole, sai – e non perché lo dice lui, ma perché ne hai inconfutabilmente la prova provata – che non eri in errore, non ti sbagliavi quando – intuitivamente – arrivavi a dire a te stesso che il senso deve avere molti più colori di quelli che una quotidianità come la tua ti consente di vedere: già, dietro quel «oh-oh cavallo», tanto per fare un esempio, c’è – infatti – tutta la potenza evocativa – e il professore lo chiarisce inequivocabilmente – di una metafora folgorante sull’esistenza e la sua fine e, se è così, allora è sempre possibile – e soprattutto è lecito per chiunque, anche per te – andare oltre le apparenze, tentare di percorrere strade che – a rigor di logica –ti sarebbero precluse perché troppo impervie…
    Se oggi – nonostante tutto – pur essendo inevitabilmente un “pinocchio alla rovescio”, anche il sottoscritto può fregiarsi del titolo di Dottore è perché – quel pomeriggio – qualcuno gli ha fatto capire che – come canterà qualche anno più tardi – c’è sempre “uno sputo di cielo” da illuminare.
    Ringraziare quest’uomo ogni volta che lo vedo, pertanto,(e quindi farlo nuovamente quando, il prossimo aprile, tornerà ad Imola), mi pare il minimo ch’io possa fare e – si badi – non è un rito, non è il portato di una sterile e puerile «idolatria da fan incallito»: le svolte sono tali se – e solo se – sono figlie della coerenza.

    Matteo Sabbatani

  33. Pomeriggio domenicale,il primo con un tiepido sole,ma, in casa(il mio piccolo ha la febbre),per fortuna ci faranno compagnia le note de “Icolori del buio”, le uniche a tirarmi su ,anche quando la strada è tutta in salita, come in questo momento.Capisco che l’organizzazione di un tour è complessa, ma, l’aspetto presto e sarò in prima fila, magari al teatro “A.Rendano”di Cosenza.
    con infinita stima
    Alessandra.

  34. In trepidante attesa di vivere il SOGNO di averti con noi a POTENZA!!!!!! Gli “Amici dell’Hospice” ti aspettano prof!

  35. Ho seguito un tuo concerto 25 anni fa (in un’altra vita) ed ora mi ritrovo a vivere con i miei Amici dell’Hospice la trepida attesa per dare seguito a quel “sogno” che cerchiamo di perseguire tutti insieme!!! A presto Professore :O)

  36. In attesa di ascoltare “la magia dei tuoi colori”,da Potenza e dagli Amici dell’ Hospice un forte abbraccio!!!Ciao Professore!!!!

  37. Salve ragazzi!! ….e il NORD-EST??????
    Roberto, ti aspettiamo a Treviso e….siamo in tanti!!
    Bruna

  38. Non riesco a visionare i prezzi per i biglietti del concerto che il professore terrà al teatro Don Bosco di Potenza. Qualcuno sa dirmi se i biglietti sono già in vendita? Se sì,come posso acquistarli?
    Grazie mille.

    • Ho telefonato al Teatro Don Bosco di Potenza (0971 274704) e mi hanno detto che li metteranno in vendita tra qualche giorno, ma non saranno su internet, li venderanno solo in città…Magari puoi chiamare per avere informazioni più dettagliate.
      (staff Vecchioni)

    • Vorrei rispondere a Gabriella…i biglietti per il concerto a Potenza saranno vendibili anche on line dalla prossima settimana sul sito del Teatro Don Bosco – http://www.infotickets.it. tel. 0971/274704. L’evento è organizzato dall’Associazione ONLUS “Amici dell’Hospice San Carlo” di Potenza

  39. Beh, caro Roberto….. Quando ero “Ragazzo” e preparavo i miei esami in architettura, mentre disegnavo giravo e rigiravo nel mio registratore “Calabuig” e “Samarcanda”, per giornate intere… la mia sorellina, più piccola di 5 anni, diceva :”BASTA!!!! non ne posso più di questa lagna”. Oggi, che ascolta la musica che ascolto io, i tuoi concerti sono l’occasione di stare soli soletti io e lei. Per una sera abbandoniamo mogli, figli e compagni e ci godiamo la “nostra” serata a tre: Io,lei e il nostro professore…. Anche questa volta, 11.05.2012, saremo in platea all’obi hall. Grazie

  40. Vorrei rispondere a Gabriella…i biglietti per il concerto a Potenza saranno vendibili anche on line dalla prossima settimana sul sito del Teatro Don Bosco – http://www.infotickets.it. tel. 0971/274704. L’evento è organizzato dall’Associazione ONLUS “Amici dell’Hospice San Carlo” di Potenza

    • Grazie…
      per fortuna che hanno cambiato idea !! io avevo chiamato (0971 274704) il teatro venerdì 29 marzo nel pomeriggio e mi avevano detto che non li avrebbero venduti on line !
      Ho provveduto a dare la risposta a Gabriella .
      un caro saluto
      (staff Vecchioni)

  41. e’ inutile dire che gli ultimi brani scritti da te sono emozionanti e splendidi: lo sai da te! sono dispiaciuta che non ci sia una data per il tour 2012 in calabria, dove vivo, e sto cercando dim organizzarmi per venire ad ascoltare le tue bellissime melodie al sistina il 12 maggio come quattro anni fa: e stata un’ emozione meravigliosa. spero che il mio sogno si avveri. sei sempre nel mio cuore con le tue dolci poesie.

    • Non è più vicino Napoli o Potenza ? E poi speriamo che in Calabria venga per il tour estivo come la scorsa estate !!
      (staff Vecchioni)

  42. prof, a quando una data in puglia, tipo bari o taranto? in attesa di una risposta, un abbraccio da un suo giovane fan 22enne!

    • Ci sarà un concerto a Gallipoli, Teatro Italia il 17 maggio.
      (staff Vecchioni)

  43. Niente Sicilia allora? No, non ci possono credere. Ma neanche in estate? Questo significa che devo subito organizzarmi per raggiungerti in una di queste località. Prof. farò il possibile e l’impossibile per godere ancora della magia che regali durante i tuoi concerti.

  44. In bocca al lupo Prof. per il tour… oggi inizia la tua avventura in giro per l’Italia…ti aspettiamo tra poco più di un mese a POTENZA!

  45. Un concerto meraviglioso sabato al teatro Ebe Stignani di Imola! Quanta energia, quante emozioni, note, poesia e colori, aleggiavano quasi palpabili in quel piccolo teatro!
    Da 30 anni le tue canzoni sono la colonna sonora della mia vita, sono vive più che mai, e non lasciano nessun dubbio sulla tua autenticità…
    Fin dal primo concerto mi hai trasmesso quelle emozioni che metti in ogni cosa che canti e che vivi, un abraccio forte a te e a tutte le splendide persone che collaborano a questa avventura.

  46. Vorrei sapere dove posso acquistare i biglietti per il concerto del 23.05.2012 alTeatro Romolo Valli di Reggio nell’Emilia

  47. Ma possibile, che nella zona di Mantova o basso reggiano, tu non torna. Desidero rivederti in concerto, dopo l’estate 2005 a Novellara.Lunaspina

  48. vorrei sapere se sono previsti in scaletta nel tour uno tra questi capolavori: lo stregone e il giocatore, canto notturno di un pastore …, per un vecchio bambino, morgana o sestri levante? un caro saluto

  49. manca ormai poco e poi ci vediamo al bon Bosco di Potenza
    Prof. non vedo l’ora di ricordare gli anni passati….
    Ti aspetto con ansia….

  50. Ho 26 anni e fin da piccola mia madre mi faceva ascoltare le tue canzoni…ero a Castiglione in Teverina la scorsa settimana, che dire…sorprendente, commovente…ci hai fatto emozionare! E grazie per le tue parole!

  51. Ci si chiede spesso come sarà la vita dei nostri figli, al mio ho chiesto cosa desiderava per il suo 11mo compleanno, mi ha risposto “Portami a vedere il concerto di Vecchioni”… A stasera :-)

  52. Venerdi 11 maggio 2012 ho assistito al tuo concerto al teatro obihall di Firenze….concerto bellissimo….però non hai cantato “Voglio una donna” (una delle mie canzoni preferite). ciao al prossimo concerto :)

  53. Ciao prof. ti volevamo dire GRAZIE per la bellissima serata al Sistina! Ci è mancato solo l’autografo all’uscita… ma x evidenti motivi… dai bandolero (non stancarti mai), a presto!

  54. Ieri 12/5 ero al Sistina, in galleria ma c’ero!!!Che spettacolo!!!!Grazie Roberto, è vero in tutto questo buio ci sono tanti colori e ieri sera c’erano tuttiiiiiiiiiiii!!!!

  55. Mercoledì 16 Maggio sarai tra noi…a Potenza…
    Mercoledì 16 MAggio attraverso la tua musica…il nostro messaggio si diffonderà…..
    Mercoledì 16 Maggio….il nostro SOGNO CONTINUA….
    Mercoledì 16 Maggio….I COLORI DEL BUIO ad illuminare gli Amici dell’ Hospice San Carlo……

    GRAZIE MILLE PROF :)
    Angela

  56. Potenza 16/05/2012: incredibile serata… sei riuscito a trasmettermi emozioni indescrivibili che solo la tua musica e la tua poesia riesce a darmi! E’ stato un ‘grande sogno’ dal quale credo di non essermi ancora ripresa: mi sei entrato nell’anima! Sono tornata indietro di venticinque anni e, oggi come allora, il mio desiderio più grande sarebbe quello di incontrarti di persona per esprimerti tutta la mia stima e ammirazione. Grazie prof.

  57. Grande prof, ti ho visto a Gallipoli grande e unico concerto canzoni stupende proprio come le cercavo, vecchi repertori..

  58. Bologna 22/05/12 – Un concerto meraviglioso!! Tanta energia, tante emozioni, tanta musica, tanta poesia, tanta gioia di stare insieme.
    Fin dal primo concerto mi hai trasmesso le emozioni che metti in ogni cosa che canti e che vivi.
    Un abbraccio a te, ai favolosi musicisti che ti accompagnano (ciao Marco!) e a tutti quelli che collaborano con te.
    Non stancarti mai di darci queste emozioni!
    Grazie di cuore e con tanta ammirazione

  59. rovereto tn
    sono stata al tuo concerto a mezzocorona e sono ancora in un’altro pianeta ,chiudo gli occhi e sono ancora li .grazie di cuore è stato meraviglioso mi trasmetti un’emozione enorme .io ti posso ascoltare sia quando sono triste sia quando sono felice,sempre……ciao sabrina

  60. Salve, vorrei sapere se fosse possibile trovare il testo di quella poesia di Roberto Vecchioni che aveva in scaletta nel concerto a Napoli, al teatro San Carlo.
    Parlava della lotta contro il cancro… però non riesco a trovarla… vi ringrazio di cuore..

    • Si chiama “Ho conosciuto il dolore” e la trovi su questo sito, è il secondo articolo nella sezone “press & news”
      un saluto
      (staff Vecchioni)

  61. sono in crisi e sto ascoltando il cAntastorie” mi sento coccolata da queste struggenti note. sono stata a diversi concerti del” professore” ed ogni volta è una emozione nuova. Sono stata al concerto di cervia , è bello sentire le canzoni ma anche condividere con lui piccoli racconti della sua vita. Volevo anche dire che le rose blu che il figio gli chiede sono il simbolo dell’ass. A.N.F.F.A.S. e io sono una mamma di una ragazza speciale come la rosa blu.
    E’ stato un piccolo sfogo in una sera calda di agocto

  62. …………..la nostalgia di ascoltare dal vivo è sempre molta,quando tornerà in Valle d’Aosta o a Torino??
    c’è qualche evento in programma per l’autunno??
    grazie Paola

    • Tutti gli eventi saranno pubblicati su questo sito e sulla pagina facebook, quindi non ti resta che seguirci !
      (staff Vecchioni)

  63. Spero prossimamente ci siano delle date dalle parti di Venezia,e da troppo tempo che aspetto di vedere Roberto…

  64. Che meraviglia aver trovato questro spazio in omaggio al grandissimo Roberto! voglio condividere con voi questa mia piacevole realtà ovvero che mio figlio di due anni e mezzo ascolta vecchioni ed è affascinato da “la ragazza con il filo d’argento”! non c’è verso di proporgli canzoni per bambini mi dice io voglio ascoltare Roberto Vecconi (dice proprio cosi!)

  65. scusate ho dimenticato di chiedere a Roberto quando potrò avere il piacere di vederlo in concerto a Roma, magari con il mio bambino !

    • Quest’anno il Prof è già stato 2 volte in concerto a Roma, il 12 maggio al Sistina durante il suo tour e il 16 ottobre al Parioli per un concerto di beneficenza .
      Il tour 2012 si conclude il 23 novembre a Gorgonzola (MI) quindi sarà per il prossimo tour !
      Un caro saluto
      Staff Vecchioni

  66. ti seguo da decenni ormai, e ti reputo uno dei pochi grandi poeti musicali del nostro tempo. Ti ho visto e sentito a Partinico l’anno scorso. Non è una critica; ma alle barzellette, seppur carine e consone, avrei preferito una bella canzone come “Celia de la cerna” o tante altre stupende canzoni che non hai cantato. Un abbraccio a te e a tutti quelli che ti amano come me come poeta in musica

  67. Illustre Prof, ho avuto l’onore ed il piacere di conoscerla in Calabria, nel mio paesello San Marco Argentano, in provincia di Cosenza.
    Nel post concerto è stato premiato da mio Papà, allora Sindaco della nostra cittadina.
    Ricordo ancora la sua battuta sulla nostra Inter dopo la canzone Luci a San Siro, ” prima o poi vinceremo “, Prof dopo 2 anni avremmo vinto
    tutto.
    A parte questo, il messaggio che volevo che Le arrivasse è che non vedo l’ora di rincontrarLa ancora in un suo concerto o nella presentazione di un suo libro per abbracciarla.
    Prof, Lei rappresenta ” l’altra metà del cielo “.
    Mi chiedo se questa estate 2013 sarà in Calabria per un suo concerto, o nel dopo estate a Roma, lo spero vivamente di cuore.

    Resta la straordinaria bellezza, la gioia e l’amore che mi ha regalato con questo suo libro.

    Sento ancora forte , ” Voce ‘e notte “.

    ” Vorrei tanto sentire una bella storia d’amore. […] Ma sai perchè ti ho chiesto una storia d’amore? Perchè ho paura dell’amore che ho dato agli uomini.
    E sai perchè ne ho paura? Perchè io sono cosi dentro all’amore da non vedere altro, da non capire altro. E per loro forse è troppo. […] Ma non c’era nessuna donna. Non che non gli piacessero, che di sguardi cortesi e compiaciuti ne riceveva e ne distribuiva, ma non erano “LEI”, non erano quella che aspettava e cercava, qualcuna cioè come una poesia incarnata, un carme d’occhi sublimi e sottili, la rima baciata di due labbra, una eterea visione magari preceduta da un coro angelico. Poi un giorno la incontrò e fu l’inizio della
    fine. Timida, indifesa, piccina, cosi diversa dalle donne carnali beffarde e risolute, gli sorrise appena. […] E cosi capi che, quanto le parole, a far nostalgia erano le cose viste insieme o sognate appena, e che la nostalgia era perfino più forte dell’amore. E giurò di non dimenticare mai. ”

    ” Scacco a Dio ” è un qualcosa che và al di là di ogni altro libro.

    PROF. Lei è ” STRAORDINARIAMENTE IMMENSO “.

    Fabio Mollo

  68. prof sei un grande,un uomo con i super coglioni,in un mondo dove gli idoli dei ragazzi sono i vari costantini,tu sei il mio idolo assoluto.non ti fermare mai,continua a donarci sogni,non per forza scrivendo ancora ma semplicemente essendoci.grazie di tutto

  69. Vorrei sapere se sono previsti concerti a Milano (2013/2014)la mia famiglia La segue da sempre ed anche i miei figli vorrebbero ascoltarLa dal vivo. Un abbraccio! in bocca al lupo per il Nobel….

    • A Milano il concerto si terrà il 14 novembre al Teatro nuovo.
      Saluti
      Staff Vecchioni

  70. ma se Dio non esiste chi ti suggerisce le parole delle tue canzoni?

  71. Ieri sera al Politeama genovese in alcune canzoni ti ho visto commosso, come quando io suono FIGLIA.
    Chi mai potrà insegnare la bellezza, sorella della sofferenza, che tu hai innata nel tuo cuore e che solo io, solo io, comprendo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *